La PNL - Programmazione Neuro Linguistica

  • 38812035 Psichiatra Femminile Hypnotizing Paziente Disteso Sul Divano Archivio Fotografico

La PNL, acronimo di Programmazione Neuro Linguistica, è stata definita in vari modi: tecnica, scienza, disciplina. Molti amano definirla secondo l’insegnamento dello stesso co-inventore (Richard Bandler) che ne diede questa spiegazione: “La PNL è lo studio della struttura dell’esperienza soggettiva” e si basa sul concetto che tutti i comportamenti umani hanno uno schema e una struttura. Possiamo schematizzare e riassumere l’acronimo nel seguente schema:

  • Programmazione: l’abilità di organizzare la nostra comunicazione ed i sistemi neurologici per raggiungere gli obiettivi ed i risultati desiderati.
  • Neuro: sistema nervoso attraverso cui l’esperienza è acquisita e processata attraverso i cinque sensi.
  • Linguistica: linguaggio verbale ed analogico attraverso i quali le rappresentazioni neurali sono codificate, ordinate e spiegate.

La Programmazione Neuro Linguistica nasce e si sviluppa intorno agli anni ‘70 presso l’Università di Santa Cruz in California, grazie alle intuizioni di due studiosi: il professore di linguistica John Grinder e l’allora studente di matematica Richard Bandler.
Grazie alla PNL possiamo:

  • Migliorare il rapporto con gli altri.
  • Aumentare possibilità e capacità di scelta.
  • Acquisire più sicurezza e motivazione.
  • Migliorare la qualità della vita.
  • Raggiungere il controllo delle emozioni.
  • Aumentare la capacità di comprendere come gli altri pensano e decidono.

La PNL fornisce una vasta gamma di strumenti per espandere la propria coscienza di sé e degli altri, sviluppando così nel contempo anche l’intelligenza emotiva. Le persone imparano a gestire meglio le proprie emozioni, a controllarle invece di esserne vittime, come a volte accade. Spesso è la “P” di PNL a fare soprattutto la differenza. Le persone cambiano i propri “Programmi”, a volte installandone di nuovi, a volte aggiornando quelli esistenti alla versione più recente, e a volte disinstallando programmi che non svolgono più una funzione utile: di conseguenza si sviluppano strategie e abitudini più efficaci, che portano a un aumento della felicità e del successo.

Una delle tecniche più utilizzate per superare le credenze autolimitanti responsabili dei nostri insuccessi è conosciuta come “visualizzazione”, “mental rehearsal”, “cognitive rehearsal” o “procedura corretta”. Uno dei concetti fondamentali della PNL è che gli esseri umani processano le informazioni attraverso i loro cinque sensi: visivo, auditivo, cinestesico (tatto, sensazioni), olfattivo e gustativo, che nella PNL sono chiamati “sistemi o modalità rappresentazionali”.

Nel mondo occidentale, il sistema visivo tende ad essere il sistema rappresentazionale dominante. La visualizzazione è una raffigurazione mentale consapevole di qualcosa che non è realmente presente. Un esempio di visualizzazione è la capacità di visualizzare mentalmente la località di villeggiatura che abbiamo visitato l'anno scorso o la facciata della casa in cui viviamo, quando cerchiamo di ricordare. Molte persone dicono di non essere in grado di visualizzare, ma se viene loro chiesto di ricordare uno degli esempi presentati sopra lo fanno immediatamente. Le tipiche domande da fare alle cosiddette persone che si definiscono “non visive” sono: "Di che colore era la tua prima macchina?” o, “Quante finestre c'erano nel soggiorno della casa in cui sei cresciuto?".

Queste persone saranno in grado di rispondere alla domanda proprio grazie all'uso della visualizzazione. Utilizzata ampiamente in ambito sportivo dagli allenatori mentali, viene impiegata anche per motivare il paziente a seguire un trattamento, facendogli visualizzare i benefici a cui andrà incontro al termine della terapia. L’immaginazione è una caratteristica comune a tutti, ed è quindi una risorsa che la persona possiede e che può essere efficacemente impiegata nel cambiamento terapeutico.

Le strutture cerebrali non differenziano una vivida esperienza immaginaria dal reale e per la mente, vivere un’esperienza nella realtà o immaginarla (in modo dinamico ed emotivo con l’aiuto del linguaggio figurato), fa poca o nessuna differenza. Attraverso l’utilizzo di immagini si possono quindi ottenere delle modificazioni psicofisiologiche nell’organismo. Naturalmente un evento reale differisce notevolmente da un evento semplicemente immaginato. Ma se visualizziamo noi stessi, se cioè ci immaginiamo mentre ci comportiamo in un certo modo, si avrà una sovrapposizione con il nostro comportamento effettivo nella situazione reale. Quando le persone si immaginano nell'ottenere le cose a cui aspirano, e quando visualizzano queste immagini continuamente, una settimana dopo l'altra, un mese dopo l'altro, la probabilità che raggiungano gli obiettivi desiderati diventano sempre maggiori.

Per ottenere delle buone visualizzazioni bisogna mettersi in uno stato di tranquillità. Il rilassamento ideale si ottiene nello stato alfa, quello stato che oscilla tra le 7 e le 12 frequenze e che di solito è associato al sonno Rem (rapid eye movement), in cui gli occhi si muovono rapidamente. Questo stato può essere raggiunto anche da svegli come, per esempio, nel caso della meditazione. I monaci buddisti sono così bravi ad entrare in questo stato che vi posso rimanere anche dei giorni interi. Vi sono 5 passi che si possono seguire per ottenere una corretta visualizzazione:

  • Mettersi comodi, senza costrizioni, cinture o lacci che costringano il corpo.
  • Focalizzarsi sul respiro e attuare una respirazione, lenta regolare e profonda.
  • Contrarre distendere tutti i muscoli del corpo a partire da quelli dei piedi fino ad arrivare alla testa.
  • Visualizzare i colori dell’arcobaleno nel seguente ordine: rosso, arancio giallo, verde, blu, indaco, viola.
  • Immaginare di essere immerso nella natura (a scelta del paziente).
  • Alla fine si immagina il momento in cui si otterrà l’obiettivo.

Grazie alla tecnica della visualizzazione potremmo facilmente raggiungere il nostro obiettivo di:

  • Perdere Peso
  • Cambiare lavoro e guadagnare di più
  • Avere una vita sentimentale più felice e serena